"Tradimento" è un museo virtuale su Instagram

26 maggio 2006, ops 2016.
 
 
A 10 anni dall'uscita di “Tradimento”, l’esordio mainstream di Fabri Fibra sotto Universal, il rapper stupisce ancora tutti i suoi fan. Infatti, per lanciare la versione reloaded dell’album che uscirà il 10 giugno, l’artista ha deciso di “premere il tasto rewind” e catapultare i suoi fan nel 2006.
 
Come? Creando un tributo interattivo e multimediale sul social network più amato dai millennials: Instagram.
 
Un viaggio temporale fatto d’immagini, video e parole. Un vero e proprio museo virtuale pieno di  cimeli, aneddoti, interviste e concerti, tutto visitabile su un profilo aperto per l’occasione e destinato a rimanere:@tradimento10anni.



Se ai trentenni di oggi non è necessario spiegare cosa abbia significato l’uscita di “Tradimento”, forse interesserà loro conoscere dettagli e retroscena che non erano stati svelati o capiti all’epoca, attraverso tutti i contenuti extra consultabili direttamente dal profilo.
Diverso è per i ragazzi di oggi, ormai innamorati del rap, che tramite Instagram potranno scoprire l’album e immergersi in quei giorni, preludio di una rivoluzione musicale che ha sdoganato l’hiphop in Italia.
 
Per riuscire nell’impresa Fabri Fibra si è affidato al creative team Arnold, un gruppo con una forte expertise digital e unconventional, che ha ricostruito fisicamente ogni tappa di quel periodo e l’ha trasformato in un progetto digitale senza precedenti.
Un modo inedito e coinvolgente di fare digital storytelling e una strategia innovativa nell’utilizzo di uno dei social più in voga.
 
10 m² di ricordi, 40.000 pixel di creatività digitale, 5 giorni di shooting e 90 post su Instagram. Tutto questo per celebrare l’album che, sconvolgendo l’idilliaca quiete musicale del Bel Paese, ne ha assolutamente cambiato l’aspetto e la sostanza.
 
Visione consigliata da mobile: www.instagram.com/tradimento10anni