Diggin In The Web puntata 352

Fa caldo, molto caldo. E noi torniamo dopo un po' di tempo per portarvi un po' di fresco, musicalmente parlando. Diggin In The Web tornerà ad essere più costante con la stagione autunnale. Ma non per questo vi abbandoniamo in questa calda estate.

In ogni caso, cominciamo con la selezione di Stephaz.

Selezione gonfia, come i savoiardi all'uovo di Antonio Rezza. Verso la sua inesorabile fine, come accaduto nell'ultimo appuntamento, troverete qualche lavoro da ascoltare o scaricare, non ci sarà però alcun tipo di introduzione al lavoro, dovete solo fidarvi. Mai dare tante spiegazioni recita il cartello nella Studio Ovale di quel Lyndon narrato da D.F. Wallace e anche in questo caso direi di attenersi a quel protocollo.

Il primo nome dell lunga lista è quello di Peppe Soks che mi auguro conosciate tutti. Da pochissimo fuori con "Sulamente nuje" (progetto pubblicato con i tipi di Quadraro Basement insieme al socio Capo Plaza) il giovane rapper di Salerno ha pubblicato circa un mese e mezzo fa il brano "Vogl venc'", traccia realizzata con la collaborazione di Blocka Beatz. È un recupero in extremis ma doveroso vista l'intensità e la profondità delle rime di Peppe Soks.
 

Ancora che vi parlo di Tabla Ras che ahimè non molto tempo fa ha annunciato il suo prossimo ritiro dalla scena del rap. Spero che possa esserci un ripensamento, di qualsiasi tipo, perché questo è in assoluto uno dei migliori rapper che abbiamo oggi in Italia per determinate caratteristiche. Nell'ultima settimana sono stati pubblicati due inediti di Cristo: "Il cerchio" e "L'ho già fatto". Ascoltate e diffondete il cazzo di verbo!
 
 

Da Milano a Roma. Alla finestra Gianni Bismark che su un beat targato Nino B sgrana i versi di "Per sempre vero".
 

Si torna a nord, in Liguria. Due i protagonisti: Disme da La Spezia e Jack Out da Genova. Il primo a breve sarà fuori per Studio Ostile con "Vivomale Mixtape", "Tarati" è l'ultimo estratto; Jack Out invece da qualche tempo sta caricando sul tubo, sempre tramite i tipi di Studio Ostile, tutta una serie di inediti incasellati sotto l'identificativo comune "Brasi", quella che segue è la cartella numero 4.
 
 

Malinconia estiva, siamo a luglio, non poteva mancare anche quest'anno. A ricreare l'atmosfera Mr. Even e Noone sopra un beat da viaggi alti e lontani confezionato da Eiemgei. Se schiacciate PLAY ci sono anche le scritte del video, tutto molto magico.
 

A proposito di top producer, Garelli da qualche giorno ha reso pubblica la strumentale "Nightmares" che potete ascoltare ma anche scaricare ed eventualmente usare, anzi, per i rapper alla lettura: USATELA! È condivisione, è un'opportunità, è una produzione di Garelli, uno dei producer più in forma del momento.
 

Prima di qualche lavoro da ascoltare/scaricare vi presento un altro beatmaker. Il suo nome è Freeso ed onestamente fino a qualche minuto fa il suo nome mi era sconosciuto. Freeso fa parte del collettivo ASFVCK, ben noto ai lettori di #DITW e da poche ore è online con il remix di "Bitch Better Have My Money" di Rihanna, una manata trap super estiva. Nel caso ne vogliate di più lo scorso anno per B.M. Records Freeso ha pubblicato "Contemporary", lavoro che potete ascoltare cliccando QUI.
 

XXX Dischi da ascoltare scaricare o comprare XXX

Halba X Foldino - 1408


 

Sid - Distopia

 
 

Jean P - Ho perso i beats (Adolescenza beat tape)



Si continua con CarmeloJP.

Luglio 2016, è sera. Palermo. Cerco un po' di fresco in terrazza per contrastare il caldo e l'umidità e decido di iniziare a selezionare del materiale per questa puntata di Diggin. Il primo progetto che ascolto è "The Cxrcle" del napoletano Jayl Uroboros, uscito per Hashetic Front Records, etichetta indipendente focalizzata sul beatmaking, di cui abbiamo già parlato in passato e di cui sicuramente parleremo in futuro. Si tratta di progetto interamente strumentale dal sound che strizza l'occhio al jazz, ma comunque radicato saldamente all'hip hop. Il giusto equilibrio tra campionamento e sperimentazione. Lo trovate in free download ed in streaming a seguire.



Il secondo progetto che metto in play è di un altro beatmaker napoletano: Iken. "48 Hours A Day", questo il nome del progetto,  nasce come una sfida contro il tempo: aprire e chiudere il tape in 24 ore, mantenendo l'asticella della qualità alta. Il risultato è un progetto che ha un sonorità prevalentemente anni '80, uno sperimento che fonde hip hop, electrofunk e vaporwave. Vi invito ad ascoltarlo e ad acquistarlo se vi piace.



Continuo la mia selezione con un altro beat tape, questa volta realizzato a 4 mani da Luigi e Reizon, i quali formano il team di produzione Well Done Music. L'unica collaborazione la troviamo nell'intro gli scratch sono ad opera di Dj The Fla. "iScream Beat Tape", questo il nome del progetto, è composto da 10 tracce, ognuna delle quali è nominata come un gusto di gelato. Insomma quello che ci vuole in questa afosa serata palermitana, la sensazione di freschezza. Il progeto è in freedownload cliccando sulla cover che trovate in basso, per maggiori informazioni riguardo il progetto guardate il video qui di seguito.
 




Adesso cambiamo completamente genere, concludendo questa selezione. Vi parlo di mesciuRafeli e del suo ultimo lavoro "R.A.F.E.L.I", composto da sole 4 tracce. Si tratta di un progetto raggae, molto piacevole all'ascolto che sfila via velocemente. Purtroppo non ho trovato molte altre informazioni su questo artista molto valido. Il lavoro è disponibile in freedownload cliccando QUI!



Chiudiamo e andiamo tutti a mare dopo le proposte di Raffaele Lauretti.

Ciao internet, cominciamo con Kilben: alla sua prima esperienza ufficiale. Classe 1997, il giovane si presenta con sei tracce d'impatto. Così come tutta la selezione di oggi troviamo dei toni classici, campioni importanti (quello di Sade su tutti) e citazioni alla vecchia guardia. Il disco contiente collaborazioni sparse per lo stivale come quelle di Bug, Kahiro & Grabe; il risultato è ovviamente un prodotto immaturo e ancora grezzo, che però lascia intuire ottime possibilità per il futuro.

Dalla Puglia alla scena romana, il giovane Asma si presenta con Aliflus. Dopo l'esperienza all'interno del laboratorio hip hop meticcio, Asma s'è dedicato a questo primo lavoro con Sicko alle produzioni e Clas K agli scratch. Il disco, anche questo contraddistinto da un sapore classico e un autore giovanissimo, pieno di metriche serrate e collaborazioni interessanti (Santa Sangre, William Pascal) lascia buonissime impressioni per il futuro.
 


I 91Drama, invece, sono un gruppo fondato qualche anno fa, i cui tre componenti si dividono tra Ostia e Lamezia Terme. 19 brani su tappeti classici, con omaggi a Spike Lee, casse e rullanti che pestano, rime su rime. Un prodotto semplice, che pecca un po' per la delivery non sempre convincente. Tutto sommato un buon biglietto da visita. 




World Heavyweight Champion di Diggin in the Web, infine, Odeeno torna con questo Flownbran: atmosfere intime, lo-fi e spensieratezza. A farla da padrone, nomen omen, è l'intenzione di far lasciare fluire i pensieri, godendosi il mood spensierato e sognato del disco, magari aiutati da una buona birra e della droga spinellabile. Perfetto per qualsiasi momento della propria giornata.

 
Stefano Stephaz Pistore (@Stephaz01)
Carmelo JP Leone (@CarmeloJP)
Raffaele Lauretti (Raf_Lauretti)