Anche Mastafive lascia Siae e passa a Soundreef

 
Johnny Andrea Mastrocinque, dj e producer conosciuto come Mastafive o Jhonny Masta5, ha deciso di lasciare la Siae per affidare a Soundreef la raccolta dei suoi diritti d’autore. Volto di MTV, l’artista 40enne di Poirino (Torino), è specializzato nella musica elettronica. Soundreef, fondata da Davide D’Atri, è stata autorizzata lo scorso marzo dalle autorità inglesi a operare sul mercato della raccolta dei diritti d’autore in ambito musicale, sulla base della direttiva europea “Barnier” che ha l’obiettivo di liberalizzare il settore e che ancora non è stata recepita nel nostro Paese.
 


Soundreef – ha dichiarato Mastafiveè l’unica entità al passo con i tempi per tutelare i diritti d’autore. Oggi ci sono nuovi metodi per tutelare la musica soprattutto con il web e il digitale che facilitano nel deposito e nel tenere traccia, sia dal punto di vista autoriale che editoriale, di quello che producono i pezzi suonati”.
 
Soundreef – spiega Davide D’Atri, fondatore e amministratore delegato – grazie all’utilizzo di sistemi digitali, rendiconta l’utilizzo delle opere musicali entro 7 giorni dal concerto e paga le royalty entro 90 giorni, sia per il nazionale che per l’internazionale. La nostra rendicontazione è analitica al 100%. Ciò che viene suonato viene pagato e gli utenti attraverso l’account online possono verificare in tempo reale come e quando hanno guadagnato”.
 
Una notevole differenza rispetto al sistema finora utilizzato che paga gli autori fino a 12/24 mesi utilizzando sistemi forfettari.
 
A Soundreef, per esempio, si sono affidati di recente anche Gigi d’Alessio e Fedez oltre ad altri artisti come Kento. Al momento Soundreef gestisce i diritti su oltre 150.000 brani utilizzati da un network di decine di migliaia di utenti in Italia e nel mondo. Da luglio la società gestisce la raccolta dei diritti d’autore nei concerti live anche in Spagna.
 
Carlo Jammai Piantoni