Seeking the Music Business puntata #1

Benvenuti al secondo appuntamento con Seeking the Music Business, la rubrica by Sounday che punta alla divulgazione dei principi fondamentali di gestione di un progetto musicale sul web. Oggi parliamo di distribuzione digitale, grande alleata della musica e tappa importante per artisti noti ed emergenti.

La domanda del giorno è: come vendere la propria musica online?

Superata la magica fase di concezione e sopravvissuti alla laboriosa esperienza di produzione di un disco, ci troviamo in mano la nostra creazione, frutto di fatiche e notti in bianco. Che il disco sia dato in pasto a un’etichetta discografica o resti all’artista indipendente, la domanda è lecita: come posso divulgarlo? Come si raggiungono le tante orecchie pronte ad ascoltare e giudicare? La società digitale del 2017 ci regala molti metodi per consentire la divulgazione musicale, la democratica rete dà a tutti una possibilità di successo, tutto sta nel saperla cogliere e sfruttare.

La fase che segue la produzione di un disco / brano si chiama distribuzione e può avere un doppio risvolto: fisico e digitale. In questi articoli analizzeremo entrambe le filiere, ma resteremo fedeli alla modalità DIY (Do It Yourself) così da soddisfare le esigenze dell’ampio bacino delle etichette e degli artisti indipendenti.

La distribuzione digitale, ovvero come vendere il proprio disco online

Esistono in rete una serie di realtà in grado di supportare artista o label manager in questa delicata operazione e di posizionare un disco nella vetrina dei negozi digitali. Per agevolare l’approfondimento vi riportiamo qui l’esempio di Sounday, ma, per dovere di cronaca, vi segnaliamo l’esistenza di altri operatori.

Sounday fa da intermediario tra artista e negozio digitale (iTunes, Spotify ad esempio), agevolando sia le operazioni di distribuzione che quelle finanziarie. L’iter è molto semplice:

- artista o label caricano i contenuti di cui dispongono licenza sul portale
- Sounday li invia
- dopo qualche giorno la musica sarà disponibile nei negozi digitali



Noi di Sounday giriamo all’artista / label il 100% delle royalties (i ricavi generati dai download e dagli streaming) riconosciute dagli store. Non occorre essere iscritti e depositare i propri brani in SIAE e nemmeno avere un contratto firmato con un’etichetta. La distribuzione digitale, utilizzando questa tipologia di portali, è un servizio aperto a tutti, che consente (eccovi la democrazia) a chiunque di presentare il proprio progetto al mondo.

Naturalmente la sola distribuzione digitale non è sufficiente a far girare un disco, serviranno innumerevoli attività promozionali, alcune delle quali saranno approfondite nei prossimi articoli.

Cosa occorre preparare per vendere la propria musica online

Prima di dare il via a una distribuzione occorre preparare il bagaglio e badare a non dimenticare qualche pezzo in giro. Servono:

- una cover / copertina / immagine (sì, serve anche se si intende distribuire un singolo): proporzioni quadrate, meglio indicare titolo e artista
- i brani (ovviamente): in formato standard wav, 44100 hz, 16 bit, stereo
- i metadata (cosa?): ovvero le informazioni relative al prodotto (titolo, artista, etichetta...) e ai brani (titolo, artista, lingua, durata, genere, contributi, editore, compositore...)
- una carta di credito (L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro) per far fronte al costo del servizio di distribuzione (si va dai 3.99€ ai 60€ non temete)

Su quali negozi verrà pubblicata la mia musica

Siamo nel mondo del DIY, quindi spetta a voi la scelta. Si può selezionare un pacchetto di store, oppure prediligerne uno soltanto. Dietro a questa decisione è bene che ci sia una strategia. Quale? Vedremo nel prossimo articolo dedicato ai negozi digitali qualche esempio di strategie (Kanye West e il suo The Life of Pablo vi dice qualcosa?) adottate da artisti più o meno affermati, così da prenderne qualche spunto.



E YouTube?

Sappiamo quanto YouTube sia nei cuori di tutti gli artisti, porta di ingresso di un ecosistema musicale fatto di immagini in movimento. La eccezionale valutazione di questo portale ci porta quindi a scrivere un pezzo ad hoc che ne descriva, con pazienza e dedizione, meccanismi e dinamiche.

Alla prossima!
Giorgia Mortara (Sounday Music)