Dj Premier live @ Roma: leggi il report

 
Eccoci con un nuovo report de La Casa del Rap! Questo caldissimo clima estivo non ci fermerà dal tenervi sempre informati con tutte le novità sugli eventi ed in particolare con i nostri racconti delle serate più belle del panorama rap e hip hop della penisola.

Lo scorso 22 luglio è passato da Roma l'immenso Dj Premier, colosso della produzione musicale internazionale ma soprattutto, in questa occasione, un grande entertainer per il Dj set attesissimo dal pubblico romano. Un po' di amarezza perché la sua band, i The Badder, è assente per questa data, mentre ha dato il meglio di sé insieme a Preemo nelle date di Milano (Circolo Magnolia) proprio il giorno prima e Locorotondo (Locus Festival), il giorno dopo la tappa nella capitale.



L'inizio del set è previsto per le 23 ma da bravi reporter ci presentiamo al locale molto prima. La cornice è quella del Monk Club, bellissima location estiva per la musica di ogni genere resa tale dal grande spazio nell'area esterna, che ospita spesso piccoli show di band, solisti e dj sempre diversi a intrattenere il pubblico insieme al fresco sollievo serale. Arrivati molto presto ci fermiamo a chiacchierare con qualche amico, aspettando il set di apertura, affidato a Cristiano Cervoni. Fa molto caldo e per fortuna il set di Dj Premier sarà nell'area interna con l'aria condizionata, un pro che ha sicuramente dato coraggio alle 400 persone (capienza massima) attese per la serata. L'unico contro era proprio la capienza limitata, ma non abbiamo avuto problemi: il locale è rimasto lo stesso agibile e non ha registrato il pienone, colpa forse dell'esodo romano di luglio "verso altri lidi" (...cit).



Sono ormai le 23 e tra una chiacchiera e l'altra abbiamo perso la cognizione del tempo. Entriamo velocemente nell'area concerti interna dove c'è già Preemo in postazione alle ruote d'acciaio, ci stupisce molto che stia iniziando con un gruppo molto ristretto di persone in platea, siamo davvero pochi rispetto a quanto pensavamo! Vuol dire più spazio per godersi il set, non male. Pian piano il locale si riempie ma nel frattempo il nostro dj non aspetta nessuno.
Carisma, esperienza, entusiasmo, Premier porta avanti un set di grandi classici, il boom bap la fa da padrone, innumerevoli titoli nella selezione, sicuramente moltissimi pezzi immortali firmati Gang Starr (su Guru in particolare si è soffermato molto il nostro Preemo nel ricordarlo con una particolare selezione - "Moment Of Truth", "Skills", "Full Clip", e altre immancabili tracks). Come nei diversi set a cui siamo stati presenti, Preemo è sempre molto concentrato sul ricordare i personaggi della musica che non ci sono più: Big L, Phife Dawg, Biggie, Sean P, Tupac per dirne solo alcuni. In realtà ad ognuno di loro era dedicata un po' della sua selezione, accolta da applausi e coinvolgimento da parte del pubblico.



Spesso Preemo interagisce con la platea richiamandone l'attenzione e chiedendo di ripetere insieme delle brevi frasi, dei nomi o semplicemente di fare casino, come è giusto che sia: noi ci siamo divertiti a seguirlo, e lui si è divertito con noi facendoci indovinare alcuni pezzi già carichi sotto le puntine, da lanciare con la nostra collaborazione. Niente di più facile, visto che eravamo tutti gasatissimi. E lui sudatissimo. Davvero. Ci ha messo proprio tutto se stesso. Abbiamo ascoltato anche, come di norma nei set di Premier, molti sample che hanno dato origine alle hit dell'underground più apprezzate dalla scena e mai stanche di suonare nei set più nostalgici in giro per il globo. Una per tutte è "Nas Is Like", le altre dovreste conoscerle già cari lettori, visto che siete su questa pagina.
Se non siete habitués, invece, ecco un ottimo consiglio per scoprire chi ha campionato chi, pressoché in qualsiasi genere musicale: www.whosampled.com.

Il set è durato circa due ore, un tempo piuttosto breve per chi avrebbe voluto ballarsela di più, ma giusto per la maggior parte del pubblico. Siamo soddisfatti, ma l'amarezza della band che non c'era resta ancora un po'... magari il prossimo anno, da qualche parte in giro per l'Europa. Chissà. Vi terremo informati.



La sensazione, usciti da un locale che per noi spesso è un po' come stare nella terrazza di casa, per via della familiarità del posto e dell'aria amichevole che si respira, è di strano incanto e stupore. E dura sempre troppo poco. Fa sempre effetto, però, quando qualcuno di così importante a livello mondiale è proprio lì, a due passi da casa tua, a metter musica nell'appuntamento del venerdì. Un venerdì qualsiasi che per un giorno è diventato speciale, catalizzando la presenza di tanti amici e facce conosciute nello stesso posto e per la stessa ragione: salutarsi, passare un'ottima serata e ascoltare la musica che piace sempre (così vale per la maggior parte delle hip hop heads) al cospetto di un gigante degli 1's and 2's, the legendary Dj Premier.

Anche per stavolta è tutto, ma non ci fermiamo qui: restate connessi sul nostro portale e sui nostri social per tutte le news e soprattutto per i prossimi report!

Enjoy your summer!
 
Cristiana "LaFresh"
@CriLaFresh